Cosa fare in caso di morso aperto?

  • 0

Cosa fare in caso di morso aperto?

Category : Senza categoria

Il morso aperto è quella chiusura errata della bocca che è caratterizzata dal fatto che gli incisivi, superiori ed inferiori, non si toccano, ed in questo spazio vuoto si inserisce la lingua che perpetua il meccanismo funzionale che condiziona a sua volta  l’aspetto morfologico. Questo tipo di malocclusione si manifesta precocemente, già a 4-5- anni, e sicuramente a quell’età non rappresenta un problema estetico ma potrà dare delle importanti conseguenze durante la crescita a carico della fonesi, della masticazione, della deglutizione e della masticazione con conseguenze sulla digestione e assimilazione dei cibi.

Questo tipo di malocclusione è tra le più semplice ad essere diagnosticata infatti normalmente, in questa situazione il bambino tende a restare con le labbra aperte e riesce con difficoltà ad avvicinare le labbra fra di loro. In questi casi spesso i due incisivi centrali superiori prendono una forma di “V” mentre gli incisivi inferiori tendono ad affollarsi.

 

 il diametro trasversale dell’arcata dentale superiore e’ ridotto per il mancato  sviluppo sia del pavimento delle fosse nasali sia del palato che risulta stretto;  nella parte posteriore della bocca la chiusura dei denti di sopra con quelli  di  sotto e’ al contrario; la faccia e’ allungata e stretta; gli incisivi superiori non sono allineati lungo una curva, ma  sono a punta; i denti frontali inferiori sono arretrati. Il bambino può avere  sonnolenza di giorno, scarso rendimento sportivo e talvolta anche scolastico: il motivo e’ che la sua respirazione e’ ridotta di 1/3 rispetto a quella nasale per cui arriva meno ossigeno ai polmoni.

ORTODONZIA QUANDO?

Dai 4 anni di età esiste la possibilità di correggere – con un apparecchio ortodontico sia il modo sbagliato di respirare e deglutire sia la posizione errata delle arcate dentali


Leave a Reply